ORIENTEERING (ESL adapted and simplified version)

L’Orienteering è uno sport nato nei paesi scandinavi ed ha come scopo quello di raggiungere, con l’aiuto di una mappa, una serie di punti di controllo nel minor tempo possibile oppure quello di visitare più punti di controllo rispetto agli altri concorrenti entro un tempo stabilito.  

SE SEI DESIDEROSO DI COMINCIARE SUBITO L'ATTIVITA' DI ORIENTEERING SCORRI DIRETTAMENTE ALL'ATTIVITA' 6!

L'Orienteering si presta molto ad un progetto scolastico in quanto ha un aspetto trasversale alle materie curricolare: Italiano, Scienze e Geografia - studio e descrizione degli ambienti, lettura e uso della bussola, utilizzo delle carte topografiche; Educazione Tecnica o Immagine - studio e rappresentazione grafica delle mappe; Educazione Motoria - propedeutica all’attività sportiva; Educazione Civica - insegnamento del FAIR PLAY, aiuto reciproco, rispetto per l’avversario, per i compagni di squadra, per l’arbitro, per le regole; Inglese - uso veicolare della lingua.

L’Orienteering si basa sul:

  • Principio pedagogico fondamentale di John Dewey del Learning by Doing, cioè imparare attraverso il fare 
  • Il metodo Total Physical Response - acquisire vocaboli e strutture attraverso gesti e movimenti
  • La metodologia del Cooperative Learning - gli studenti apprendono in piccoli gruppi e si aiutano sentendosi corresponsabili del reciproco percorso mentre l’insegnante ha il ruolo di facilitatore ed organizzatore delle attività
  • Problem solving - individuale e di gruppo in quanto l’Orienteering è uno sport che richiede capacità fisiche ma anche mentali e strategiche oltre a sviluppare un senso di orientamento 

Di seguito vi presentiamo una versione adattata e semplificata di Orienteering con l’utilizzo della lingua inglese come lingua veicolare di apprendimento. Le attività sono pensate per un giardino scolastico o simile e sono divise in aree tematiche ognuna delle quali può essere una singola lezione o più lezioni in base alla durata degli incontri, alla grandezza del gruppo e al livello di conoscenza di inglese degli alunni. Nell’ottica della spirito competitivo dello sport, il gruppo classe va diviso in almeno due gruppi. Se si decide di attribuire punti alle squadre al termine delle varie attività sarà importante assegnare punti aggiuntivi al termine della lezione alla squadra che mostra di usare più FAIR PLAY.

ACTIVITY 1 - Team building and trust games

Inizia la prima lezione presentandoti agli studenti e poi introduci dei giochi games

https://2englishteachers.com/it/icebreakers-for-esl-classroom-language/

per sciogliere il ghiaccio nelle prime lezioni

Dividi i bambini in piccoli gruppi equilibrati fra loro formando così delle piccole squadre (possibilmente di pari numero) che rimarranno unite per la durata del percorso. Le attività a seguire, TEAM BUILDING AND TRUST GAMES nella sezione ESL games del nostro sito web.

https://2englishteachers.com/it/teambuilding-and-trust-games/

Questi giochi hanno lo scopo di creare negli alunni un senso di appartenenza alla loro squadra e di fiducia reciproca fra i compagni.

Per prima cosa ogni squadra dovrà creare una bandiera che li rappresenti. La stessa bandiera verrà disegnata anche sul badge che ogni alunno indosserà. Per stimolare la loro creatività mostra loro questo file con bandiere con simboli vari:

Flags presentation

Examples of CLASSROOM LANGUAGE: What animal is on the California Flag? What colours are the rings on the Olympic flag?  How many stars are on the European flag?

Per creare la bandiera di squadra gli alunni dovranno pensare ad un nome per la propria squadra, scegliere uno o due colori che useranno per colorare la loro bandiera ed infine decidere gli elementi che vorranno aggiungere per completarla (stelle, un animale, una scritta, un sole, ecc). È importante che ogni bambino della squadra contribuisca alla creazione della bandiera aggiungendo almeno un elemento.

Esempio di CLASSROOM LANGUAGE: Can you think of a team name? What color is your flag? Have you got an animal on your flag? What is it? What did you draw Mary?

Fai tagliare la bandiera seguendo la linea nera che fa da bordo esterno e attacca una cannuccia per completare il lavoro. 

Flag Template

Infine ogni studente dovrà compilare un BADGE scrivendo il proprio nome, il nome della squadra e riproducendo nel rettangolo la bandiera della propria squadra. in the rectangle.

Badges

ACTIVITY 2 – FAIR PLAY

Inizia nuovamente la lezione scegliendo dei giochi dalla nostra sezione ICEBREAKERS o TEAM BUILDING AND TRUST GAMES che troverai nella sezione ESL games del sito web.

https://2englishteachers.com/it/icebreakers-for-esl-classroom-language/

https://2englishteachers.com/it/teambuilding-and-trust-games/

Per introdurre il concetto di Fair Play mostra agli alunni un video sul tema. Noi ne abbiamo selezionati alcuni ma nella rete se ne trovano tantissimi di belli e molto toccanti.

Fai un esercizio di brainstorming con gli alunni chiedendogli quali parole gli vengono in mente quando sentono parlare di fair play. Se il livello di inglese degli alunni non è sufficientemente alto aiutali a tradurre in inglese le parole dalla loro L1. Esempi di risposte possono essere:  

  • rispetto dei compagni, degli avversari, degli arbitri e degli allenatori
  • lavorare insieme come una squadra
  • condividere gli attrezzi
  • fare del tuo meglio
  • divertirsi
  • fare a turno
  • essere gentili
  • far partecipare tutti
  • spirito di squadra
  • solidarietà
  • tolleranza

Infine chiedi agli studenti di fare un cartellone acrostico con le parole FAIR PLAY, di seguito trovi un esempio.

Fair Play POSTER

Spiega agli studenti che il FAIR PLAY è un'modo di essere', di cercare di vincere ma sempre in modo giusto ed onesto, facendo del proprio meglio e divertendosi giocando.  

ACTIVITY 3 – LEFT RIGHT UP DOWN and vocabulary

words related to the SCHOOL GARDEN

Inizia nuovamente la lezione scegliendo dei giochi dalla nostra sezione ICEBREAKERS o TEAM BUILDING AND TRUST GAMES che troverai nella sezione ESL games del sito web.

https://2englishteachers.com/it/icebreakers-for-esl-classroom-language/

https://2englishteachers.com/it/teambuilding-and-trust-games/

Ora, attraverso dei giochi, insegna i vocaboli necessari per l'Orienteering: LEFT, RIGHT, UP, DOWN.

GUESS WHERE! – Introduci i vocaboli ripetendoli più volte mentre indichi la direzione corretta con le mani. Dopo qualche minuto chiedi a bambini di imitarti e di ripeterli insieme a te.

Una volta acquisiti i vocaboli, dividi i bambini in coppie e fai prendere ad ogni coppia un piccolo oggetto dall'astuccio (una gomma da cancellare, un tappo, ecc). A turno i bambini devono nascondere l’oggetto in una mano e poi posizionare le mani una sopra l’altra mentre il compagno deve indovinare dove si trova l’oggetto indicando la mano dove crede sia nascosto mentre dice UP oppure DOWN.

JUMP LEFT AND RIGHT Distendi una corda in giardino e posiziona i bambini in fila con la corda al loro lato sinistro. Gli alunni devono saltare dall’altro lato della corda solo quando l’insegnante dice LEFT e tornare al punto di partenza solo quando dice RIGHT.

BLIND STEPS Dividi il gruppo in squadre e poi in coppie. Stabilisci un punto di arrivo e sistema le bandiere che ogni squadra ha creato (vedi ORIENTEERING ACTIVITY 1). Posiziona dei coni a caso lungo il percorso da fungere come ostacoli. Un alunno bendato di ogni coppia si posiziona sul punto di partenza e deve raggiungere la bandierina posizionata al punto d’arrivo ascoltando le indicazioni del compagno. Una volta raggiunta la bandierina dovranno correre al punto di partenza per dare il via alla prossima coppia. La prima squadra a completare il percorso sarà la vincitrice.

EXAMPLES OF CLASSROOM LANGUAGE:  Go to the left and take 2 giant steps.  Go to the right and take 4 baby steps.  Take five big steps forward.  Take one small step backward.

TEACHER SAYS- Una variante classica del gioco SIMON SAYS, utilizzando frasi con LEFT, RIGHT, UP, DOWN, action words e parti del corpo. Attenzione: i bambini devono svolgere l’azione indicata dall’insegnante ma solo se la frase è preceduta da ‘teacher says’. Il bambino che svolge l’azione sbagliata o che la svolge senza che venga detto ‘teacher says’ viene eliminato.

Se si gioca con un gruppo di bambini più grandi rendi il gioco più difficile eseguendo azioni non corrispondenti alla frase che dici (es. Teacher says touch your right foot mentre invece l’insegnante tocca il braccio destro). I bambini di istinto imitano l’insegnante e quindi dovranno prestare particolare attenzione per non sbagliare.

EXAMPLE OF CLASSROOM LANGUAGE – Teacher says put your left arm up.  Teacher says touch your right knee. Teacher says stomp your left foot.  Teacher says sit down. Put your chin up.  No, I’m sorry I didn’t say Teacher Says!

Se il gruppo classe è composto da bambini della scuola primaria, potrebbe essere utile come esercizio di consolidamento la scheda LEFT OR RIGHT.

Left or Right?

Introduci i vocaboli legati al giardino della scuola, l’area che verrà usata per la gara di Orienteering, usando le flashcards.

FLASHCARDS

Una volta acquisiti i vocaboli fai un gioco simile a Pin the Tail on the Donkey ma sostituisci il Donkey con immagini parziali delle flashcards.

Pin the Picture GAME

Attacca con dello scotch una parte di un'immagine di una flashcard al muro. Dividi i bambini a coppie e benda uno dei due bambini dandogli la parte dell’immagine che serve per completare la flashcard che è stata attaccata al muro. Con l’aiuto del compagno non bendato dovrà attaccare l’immagine al posto giusto seguendo le indicazioni che gli vengono dette. Si possono usare solo le direction words left, right, up, down. Se i vocaboli non sono stati pienamente appresi posizionate dei fogli con le scritte up, down, left, right nella posizione corretta intorno alla flashcard attaccata al muro per aiutare gli studenti. Come tutti i giochi svolti finora, anche questo può diventare un gioco di squadra.

Per consolidare tutti vocaboli appresi nella lezione fai svolgere ai bambini il seguente WORD SEARCH individualmente o in gruppo.

Wordsearch School Garden

ACTIVITY 4 – PREPOSITIONS OF PLACE

and Vocabulary Review

Inizia nuovamente la lezione scegliendo dei giochi dalla nostra sezione ICEBREAKERS o TEAM BUILDING AND TRUST GAMES che troverai nella sezione ESL games del sito web.

https://2englishteachers.com/it/icebreakers-for-esl-classroom-language/

https://2englishteachers.com/it/teambuilding-and-trust-games/

Il gioco PASS THE HOOP che trovi nella sezione Team Building and Trust Games del nostro sito è particolarmente utile per ripassare i vocaboli presentati nell'attività 2.

Ora si passa all'insegnamento o consolidamento delle PREPOSIZIONI DI LUOGO in modo da poter affrontare la gara di Orienteering. Se il progetto è indirizzato a bambini più piccoli potrebbe essere utile far vedere il seguente video.

https://www.youtube.com/watch?v=DHb4-CCif7U

Next divide the class into two teams and download one PUT IT ON worksheet below for each team. Cut the sentences of the worksheet into strips (one for each team), fold the strips in half and place them in one container per team. Prepare a set of items mentioned in the sentences for each team (a big ball, a blue cone, etc.) and place them next to the container with the folded sentences on the starting line. At the start, one student per team will, in turn, take a sentence from the container, read it aloud and do what the sentence says. Pupils who do not understand the request can ask teammates for help. The first team to do all the actions on the strips wins.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-10.png
Put it on!

Il prossimo gioco ha lo scopo di consolidare i vocaboli legati al giardino scolastico e alle preposizioni di luogo. Scarica la scheda IN THE GARDEN e distribuisci una scheda ad ogni squadra (le 4 schede hanno le stesse frasi ma sistemate in ordine diverso). Prima di cominciare la gara posiziona 10 palle nel giardino della scuola seguendo le indicazioni delle frasi ma sbagliando intenzionalmente l’ubicazione di alcune (per esempio invece di mettere una palla sulla panchina si potrebbe decidere di posizionarla sotto alla panchina).

Al via, un bambino di ogni squadra deve leggere la prima frase e una volta capita tutti i bambini della squadra devono correre a toccare la palla che corrisponde alla frase, osservare la sua ubicazione, tornare al punto di partenza e decidere come squadra unita se la frase è TRUE oppure FALSE.

È importante che gli alunni leggono ad alta voce le frasi a turno e che si elegga un membro di ogni squadra che faccia da segretario. Man mano l’insegnante avrà il compito di accertarsi che la risposta segnata sia corretta. Vince la prima squadra a completare la corsa e a rispondere correttamente a tutte le domande.

Se si hanno ragazzi più grandi si può rendere il livello più avanzato chiedendogli di correggere sul retro della scheda le frasi FALSE.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-13.png
True or False?

Se il gruppo classe è composto da bambini della scuola primaria, potrebbe essere utile come esercizio di consolidamento la scheda PREPOSITIONS OF PLACE.

Prepositions of Place

ACTIVITY 5 – MAP SKILLS 

Inizia nuovamente la lezione scegliendo dei giochi dalla nostra sezione ICEBREAKERS o TEAM BUILDING AND TRUST GAMES che troverai nella sezione ESL games del sito web.

https://2englishteachers.com/it/icebreakers-for-esl-classroom-language/

https://2englishteachers.com/it/teambuilding-and-trust-games/

Per cominciare l’attività di Orienteering è bene spiegare cos'è una mappa, cosa sono i punti cardinali e come si legge una mappa. Di seguito una breve e semplice spiegazione.

CHE COS'E' UNA MAPPA?

Una mappa è un disegno o una rappresentazione di uno spazio che viene riprodotto in scala ridotta, cioè rimpicciolito, e che quindi rappresenta uno spazio più grande.

Per leggere le mappe si usano dei simboli convenzionali, dei disegni o dei colori che rappresentano le caratteristiche del territorio e che sono un vero e proprio linguaggio da saper decifrare. Vengono rappresentati e spiegati vicino alla cartina in un riquadro chiamato legenda.

COME LEGGERE LE MAPPE

Per leggere una mappa è necessario ricorrere a punti di riferimento facilmente riconoscibili come monumenti famosi o la piazza del paese. Quando invece ci si trova in posti sconosciuti o senza particolari punti di riferimento bisogna ricorrere ai punti cardinali: nord, sud, est, ovest. north, south, east, west.

L’uomo ha stabilito i punti cardinali osservando il sole. Il punto dove sorge è stato chiamato est e corrisponde all’oriente, il punto dove tramonta è stato chiamato ovest e corrisponde all’occidente. Il punto dove il sole raggiunge la sua altezza massima è il sud e il suo punto opposto è il nord.

CARDINAL POINTS

I punti cardinali sono disposti a croce quindi è sufficiente conoscere la posizione di solo uno dei punti cardinali per individuare tutti gli altri. Per convenzione tutte le mappe hanno il nord orientato verso il lato superiore della carta e solitamente è indicata una N.

Quando si legge una cartina, cioè ci si orienta, è necessario far coincidere il Nord della mappa con il Nord del terreno. In altre parole si confronta la cartina e il terreno per determinare la propria posizione o quella di oggetti del terreno che sono segnati sulla cartina. Per fare questo si può leggere la cartina osservando il terreno oppure più semplicemente guardando la direzione dell’ago della bussola. Se si cambia la direzione di marcia è necessario girare la cartina rispetto a noi stessi in modo che rimanga sempre nella giusta posizione rispetto al terreno, cioè orientata. Uno dei modi per leggere la cartina e determinare la posizione è la lettura a pollice. Il pollice viene tenuto costantemente sopra la cartina e lo si muove sulla linea di avanzamento secondo gli oggetti superati sul terreno.

Di seguito un link di una divertente canzone TPR per aiutare gli studenti a ricordare i punti cardinali:

DISEGNA UNA MAPPA DELLA CLASSE

Divide the students into teams and distribute a blank sheet of paper per team. The students will have to draw their classroom on the paper. Explain to them that instead of the sheet of paper you will use the blackboard and that it represents the classroom.  Begin by drawing the class windows and doors on it. Ask the students to do the same on their sheet of paper and then ask them to take turns drawing an object present in the classroom carefully placing it on the paper by using reference points (desks, chairs, blackboard, bookshelf, etc.).

Alla lavagna segna un triangolo rosso (partenza) in corrispondenza alla porta di ingresso dell’aula e indica la direzione del Nord con una N. Ora chiedi ad ogni squadra di segnare delle X in 5 punti della classe (o più o meno punti in base ai numero di bambini per squadra) e poi di numerarli da 1 a 5 nell'ordine che vogliono che i punti vengano visitati. Controlla le mappe fatte dagli alunni e ridistribuiscile in ordine sparso fra le squadre. Controlla che gli allievi tengano sempre la mappa orientata ad ogni cambio di direzione in modo da avere sempre di fronte il percorso e l’oggetto di riferimento da seguire. Gli oggetti disegnati sulla mappa devono essere allineati con quelli che gli alunni osservano attorno a loro nella classe. Il percorso dovrà essere cronometrato, e prevede che venga svolto una squadra alla volta.

Ogni membro della squadra dovrà partire dal punto di partenza, arrivare alla X che corrisponde al suo numero di posizione e tornare indietro per far partire il prossimo compagno di squadra. Sarà compito dell’insegnante controllare che l’esercizio venga svolto correttamente. Vince la squadra che svolge la gara nel minor tempo possibile.

DISEGNARE UNA MAPPA IN PALESTRA

Posizionate degli oggetti in palestra in modo da creare due percorsi identici, uno in ogni metà campo. Disegnate la piantina del percorso (o scaricate il percorso sotto) e distribuite una copia della mappa ad ogni squadra. Seguendo la mappa ogni allievo dovrà svolgere il percorso e poi tornare al punto di partenza per consegnare la mappa al prossimo compagno in gara. Se gli alunni sono piccoli mostra loro il percorso prima della gara ma se sono più grandi chiedi agli alunni di aspettare con le spalle rivolte al percorso da svolgere in modo che debbano leggere la mappa quando gli viene consegnata e poi svolgere il percorso. Vince la squadra che finisce il percorso nel minor tempo.

Se si ha tempo si può distribuire a ogni alunno la mappa dell’esercizio precedente ma questa volta senza nessun percorso segnato. Chiedi a ciascun alunno di segnare un percorso sulla mappa di suo piacimento e poi dividi la classe a coppie. Scambiandosi le mappe gli alunni dovranno eseguire il percorso mentre il compagno controlla se viene svolto correttamente.

PERCORSI IN PALESTRA

Ecco una divertente attività da giocare in palestra:

BLIND MICE

Prima di iniziare il gioco, ripassa i vocaboli LEFT, RIGHT, FORWARD, BACKWARD, STEPS, BIG, SMALL. Dividi gli studenti in coppie e allineali sulla linea perimetrale della palestra. Posiziona i coni al centro della palestra come ostacoli. Quindi assegna ad uno studente di ciascuna coppia il ruolo di leader e chiedi all'altro studente della coppia di tenere sempre gli occhi chiusi (in alternativa si possono bendare). Il leader deve guidare il proprio compagno dal lato opposto della palestra evitando gli ostacoli e gli altri studenti. 

EXAMPLES OF CLASSROOM LANGUAGE: take 3 steps forward, take 4 small steps to the right, etc

Cliccando qui puoi trovare altre attività di MAP READING:

GEOGRAFIA E LEGGERE UNA MAPPA

ACTIVITY 6 – ORIENTEERING

Spiega agli alunni che svolgeranno un versione semplificata dell’Orienteering e che la gara non avrà solo come obiettivo quello di percorrere nel minor tempo possibile un tragitto ma anche quello di svolgere delle attività in lingua inglese durante il percorso usando le nozioni acquisite e collaborando con i compagni di squadra mettendo sempre in atto il Fair Play.

Per aiutare gli alunni a capire meglio cos'è l’Orienteering fai veder loro i seguenti brevi video di British Orienteering:

Il sito British Orienteering mette gratuitamente a disposizione un pacchetto chiamato Tri-O che offre una serie di attività divertenti con lo scopo di incoraggiare il gioco di squadra. Sono stati pensati per essere usati in una gara di Orienteering semplificata:

https://www.britishorienteering.org.uk/images/uploaded/downloads/schools_tri_o_resources.pdf

Di seguito proponiamo un esempio di Orienteering pensato usando parte del materiale Tri-O ma integrato con attività mirate all’aspetto linguistico oltre che sportivo. Vince la squadra che per prima svolgerà correttamente tutte le attività. Alcune delle attività che verranno svolte sono state precedentemente proposte nel progetto quindi gli alunni dovrebbero riuscire a svolgerle senza difficoltà e senza particolari spiegazioni.

Per cominciare è necessario dividere il gruppo in squadre e sarebbe preferibile avere un’insegnante che segue ogni squadra o idealmente ogni attività.

A pag 33-37 si possono trovare i 10 numeri da usare come segnaletica per ogni stazione/attività. Dopo averli stampati posizionali bene in vista e in ordine sparso in diverse zone del giardino o del parco dove si svolgerà la gara. Poi distribuisci una mappa del luogo ad ogni squadra. Di seguito è riportata come esempio una mappa del giardino di una scuola con relativa legenda per permettere ai giocatori di orientarsi.

Ricordati di riportare in ogni mappa i numeri delle stazioni in base a dove sono stati posizionati e l’ordine in cui ogni squadra dovrà visitarli in modo da far eseguire le attività in momenti diversi da ogni squadra.

Prima della gara prepara il materiale che serve per portare a termine le attività e posizionalo nelle varie stazioni.

STATION 1  

Dividi la squadra in 2 gruppi e distribuisci ad ogni gruppo la mappa di Happy Harry e ad un altro quella di Sad Sam (pag 8 e 9). Guardando le mappe, i due gruppi dovranno ricreare nel minor tempo possibile le facce usando l’hula hoop e il resto del materiale che hanno a disposizione.

ENGLISH: Distribuisci ai bambini una lista di scioglilingua (vedi download sotto) e spiega che ogni membro della squadra dovrà recitare o leggerne uno di sua scelta. L’alunno lo indicherà all’insegnante che lo leggerà allo studente 3 volte e poi l’alunno dovrà ripeterlo da solo. In base al livello di inglese dello studente gli si può chiedere di recitarlo lentamente o più velocemente.

STATION 2 

Posiziona gli studenti in fila dietro alla linea di partenza e distribuisci al primo la mappa del percorso (pag.16). A turno ogni membro della squadra dovrà percorrerlo correttamente nel minor tempo possibile e poi tornare al punto di partenza per dare la mappa al prossimo compagno in fila.

ENGLISH: Consegna agli alunni la lista sottostante e spiega loro che dovranno leggerla, comprenderla ed eseguire la consegna lavorando insieme e aiutandosi vicendevolmente.

Find in the Garden

STATION 3

In questa attività gli alunni dovranno completare il salto agli ostacoli uno alla volta prima a gambe unite, poi usando solo la gamba destra ed infine solo la gamba sinistra (pag. 30).

ENGLISH: In base al livello di inglese scarica una delle due schede sottostanti. Divisi nelle loro squadre, gli alunni dovranno trovare la soluzione degli indovinelli (oppure un numero precedentemente determinato) lavorando e cooperando insieme.

STATION 4

Distribuisci agli alunni la Demo Course di pag. 41 e chiedi loro di osservare attentamente mentre svolgi il percorso. Poi posiziona gli alunni in fila e distribuisci una mappa diversa ad ogni bambino (pag. 42-44). Un individuo alla volta dovrà seguire la mappa partendo dal triangolo e arrivando al cerchio nel minor tempo possibile.

ENGLISH: In questa prova le squadre dovranno correre in classe, cercare e poi scrivere in inglese il nome di un oggetto adatto alla richiesta della scheda scaricabile sotto.

Find in the Classroom

STATION 5

Prima dell’inizio plastifica una copia della mappa del giardino o del parco dove si svolgerà la gara e poi tagliala a pezzi disomogenei a forma di pezzi di puzzle. In questa stazione ogni squadra dovrà ricomporre la mappa prima di poter passare alla prossima attività.

ENGLISH: Ogni squadra dovrà completare il cerca parole che potete scaricare sotto. Assicurati che i membri cooperino tra di loro. Per assicurarsi che tutti partecipino all’attività si possono creare dei sottogruppi che dovranno cercare le parole ed i primi che trovano tutte le parole potranno poi mostrare agli altri sottogruppi della propria squadra dove sono ubicate.

Word search In the Garden

STATION 6 

Prima dell’inizio della gara plastifica le flashcards IN THE GARDEN. In questa attività l’insegnante dovrà mostrare a turno ai membri della squadra una flashcard. L’alunno dovrà dire correttamente la parola che corrisponde ad ogni disegno e poi dovrà lanciare un Beanbag dentro un contenitore o un secchio tenuto a debita distanza. Dopo aver fatto partecipare tutti una volta dovranno ripetere l’esercizio gli alunni che non lo hanno svolto correttamente oppure quegli stessi alunni potranno chiedere ad un compagno di ripeterlo per loro. La squadra potrà passare alla prossima attività solo quando l’esercizio sarà stato svolto correttamente il numero di volte che corrisponde al numero di membri della squadra.

STATION 7

Scarica una scheda PUT IT ON sottostante per ogni squadra, ritaglia le frasi in strisce, piega le strisce a metà e mettili in un contenitore per squadra. Prepara gli oggetti menzionati nelle frasi (a big ball, a blue cone, ecc), uno per ogni squadra e posizionali di fianco al contenitore con le frasi piegate sulla linea di partenza. Al via un bambino per squadra a turno dovrà prendere una frase dal contenitore, leggerla a voce alta ed eseguire la consegna. Gli alunni che non capiscono la richiesta possono chiedere aiuto ai compagni di squadra. Vince la prima squadra a fare tutte le azioni richieste.

STATION 8

Scarica la scheda IN THE GARDEN e distribuisci una scheda ad ogni squadra (le 4 schede hanno le stesse frasi ma sistemate in ordine diverso). Prima di cominciare la gara posiziona 10 palle nel giardino della scuola seguendo le indicazioni delle frasi ma sbagliando intenzionalmente l’ubicazione di alcune (per esempio invece di mettere una palla sulla panchina si potrebbe decidere di posizionarla sotto alla panchina).

Al via, un bambino di ogni squadra deve leggere la prima frase e una volta capita tutti i bambini della squadra devono correre a toccare la palla che corrisponde alla frase, osservare la sua ubicazione, tornare al punto di partenza e decidere assieme agli altri componenti della squadra se la frase è TRUE oppure FALSE. È importante che a turno gli alunni leggono le frasi ad alta voce in modo da far partecipare tutti al gioco e che si elegga un membro di ogni squadra che faccia da segretario per scrivere. L’insegnante avrà il compito di accertarsi ad ogni turno che la risposta segnata sia corretta. Vince la prima squadra a completare la corsa e a rispondere correttamente a tutte le domande. Se si gioca con ragazzi più grandi si può rendere il livello più avanzato chiedendogli di correggere sul retro della scheda le frasi FALSE.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è image-13.png
In the Garden – True or False?

STATION 9

In questa tappa tutti i membri della squadra lavorando in coppie dovranno completare gli esercizi fisici mentre dicono al compagno di coppia i vocaboli richiesti. Ricordando il concetto di fair play ogni membro della squadra si assicurerà che il proprio partner svolga correttamente l’esercizio. Si potrà procedere con la gara solo quando tutti avranno finito l’esercizio.

Exercise and English

STATION 10

Per superare questa ultima tappa gli studenti dovranno completare una staffetta. Prima dell’inizio della gara stampa per ogni squadra gli esempi di frasi che trovate sotto o preparatene di nuove che però abbiano almeno una parola per numero di bambini per squadra (es. in una squadra di 7 bambini si potrebbe usare la frase ‘I like bread with jam for breakfast’.) Taglia le parole di ogni frase, mescolale ma sempre tenendole separate fra loro e mettile in piccoli contenitori numerati. Posiziona gli alunni dietro alla linea di partenza in fila indiana e i contenitori numerati ad un punto stabilito di arrivo.

Al via uno studente alla volta deve correre al primo contenitore, prendere una parola e riportarla dai compagni. Il prossimo alunno in fila farà uguale fino all’esaurimento delle parole. Nel frattempo gli alunni tornati dovranno ricomporre la frase ma solo una volta posizionate tutte le parole in ordine potranno dire in unisono la frase all’insegnante. Se la frase è corretta si può proseguire con la seconda frase fino al completamento di tutte le frasi.